[podcast] AI 7×04: IL CLONE VENUTO DAL FREDDO – Gli ZX Spectrum in Russia

Con questa puntata il nostro programma approfondisce un percorso già iniziato la scorsa stagione con l’episodio dedicato alla storia dell’informatica personale in Bulgaria e metteremo nuovamente un piede in un mondo lontano e sconosciuto.

Superiamo infatti la “cortina di ferro” ed iniziamo un incredibile viaggio nel blocco sovietico che ci porterà ad affrontare strade di un mondo parallelo e divergente e scoprire tante cose ai più sconosciute.

Parleremo della nascita e della diffusione dei cloni ZX Spectrum che hanno fatto la storia dell’informatica di base nell’Unione Sovietica grazie alla sapiente narrazione di Stefano Guida, appassionato ed esperto dell’argomento.

Lo ZX Spectrum “ufficiale” russo, conosciuto come LENINGRAD

Partiremo dal primissimo clone progettato nel 1984 L’viv (o L’vov) prodotto in Ucraina presso l’istituto politecnico di Leopoli per parlare poi di Serghyey Zonov che assieme ad un gruppo di ingegneri di un’azienda a Leningrado (San Pietroburgo) creò quello che oggi classifichiamo come “Leningrad”, commercializzato nella sua versione “definitiva” a partire dal 1988 ma iniziato a progettare nel 1986, che fu il vero e proprio “iniziatore” dell’informatica di massa in URSS, e della diffusione degli ZX “clandesti” (cloni illegali) che si sono diffusi un po’ in tutta la Russia.

I “Lenigrad” in realtà riportavano tutti la scritta “Zx Spectrum” sulla tastiera e sui manuali c’era scritto “Zx Spectrum Leningrad”, questo ha portato molti ragazzi russi a credere per anni che lo ZX Spectrum fosse stato fatto e progettato a Leningrado.

il “Nafanya” con un esempio delle prese DIN uguali per qualsiasi input e output.

Parleremo poi di innumerevoli “cloni del clone” come Robic, Nafanya, Byte, Master, Sintez (prodotto in una base militare della Moldavia) fino ad arrivare alle evoluzioni da “Super Spectrum” come il Pentagon, Lo Scorpion (sempre progettato da Sergey Zonov) e l’ATM Turbo.

il “Sintez” di produzione “industriale” e quasi identico allo ZX Spectrum+ della Sinclair.
il “Super Spectrum” Scorpion 256

Buon Ascolto!

Share

Carlo Santagostino

Una vita per l'informatica. Ho imparato a programmare all'età di 12 anni (1982) e non ho più smesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com