Podcast 4×01: Interazione uomo-macchina

Ascolta AI 4×01; STORIA DI UNA INTERAZIONE INTERSPECIE” su Spreaker.
Riprende l’attesissimo podcast di Archeologia Informatica!
Ripartiamo, in questa quarta stagione, con un tema MOLTO complesso da affrontare: l’interazione tra uomo e macchina – e la relativa storia.
Come spesso accade, il problema è relativo a come affrontare un tema complesso.
In questo caso, se possibile, è ancora peggio: si tratta infatti di definire i termini stessi della questione, cosa SIA e cosa NON sia l’interazione uomo-macchina.

La puntata si apre con un breve riassunto di Brusaporto 2016, uno dei migliori eventi relativi ai retrocomputer in Italia, che vede molti soliti noti del settore.
Vi invito a visitare il mio album Flickr di Brusaretro 2016 che rende una minima idea delle persone e delle macchine coinvolte nell’evento.

Nel merito del tema, abbiamo cominciato (con un po’ di fatica 🙂 ) nel definire la comunicazione con la macchina.
Molti sono i riferimenti letterari e cinematografici, Star Trek in primis, e ne abbiamo portati diversi; per una più ampia dissertazione sul tema, vi rimando alla puntata su Computer e Cinema.

Abbiamo individuato diverse fasi, sia cronologiche che tecnologiche:
– Logica cablata e elevata specializzazione
– Telescriventi e schede perforate
– Terminali video
– Personal computer, l’interazione delle masse

evoluzione interazione uomo macchina
Fonte: http://www.cs.cmu.edu/~amulet/papers/uihistory.tr.html

Abbiamo citato l’EDSAC, il primo ad utilizzare tubi catodici per visualizzare gli stati delle memorie e del sistema complessivo, diventando, di fatto, gli schermi del computer – arrivando all’interazione.

Si arriva alla tesi di Alexander “Sandy” Douglas, sull’interazione uomo-computer, che per primo propone l’uso dei CRT per avere risultati dal computer (non cartacei): come risultato, si arriva al Tic-Tac-Toe (o Tris, un proto-videogioco), allora noto come OXO.

tic tac toe video game

Abbiamo citato il PDP-1 che ha rappresentato uno dei punti di svolta nei computer più diffusi portando anche al famosissimo Space War (anche in questo caso, già trattato nella primissima puntata, a pieno merito).

L’introduzione della penna ottica, di Sketchpad, da parte di Ivan Sutherland:

La tesi di dottorato nel 1963 al Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Ivan Sutherland fornisce, probabilmente, la prima interfaccia utente grafica interattiva con SketchPad. Questo sistema consentiva la manipolazione di oggetti grafici tramite una penna ottica.

Arriviamo alla vera ‘madre di tutte le demo’: quella di Doug Engelbart e della prima GUI con mouse che non possiamo non riproporre.

Nelle fasi successive (temporali) abbiamo sottolineato come dalla fine degli anni ’60 in poi sia intervenuto un fenomeno di mercato, ed in particolare i personal computer, dapprima con tastiere e monitor come standard, in seguito con i mouse quali ideali strumenti di comunicazione.
Nel mondo dei personal computer, vi sono state numerose macchine innovative ma spesso non riconosciute dal mercato in termini di vendita.
Un esempio per tutti riguarda l’HP 150, un personal computer Hewlett Packard del 1983, il primo oggetto commerciale con un touch screen di serie, ampiamente pubblicizzato in uno storico numero di Byte (quasi monografico) attualmente disponibile online.

hp 150

Abbiamo affrontato le problematiche relative ai linguaggi naturali versus linguaggi di programmazione, all’evoluzione dell’interazione con il computer non solo per ‘farlo funzionare‘ ma anche per ‘utilizzarlo‘ tramite software dedicati (sostanziale differenza); il discorso ci ha portati a sfiorare l’intelligenza artificiale in quanto punto estremo di una macchina in grado di riconoscere il linguaggio naturale.

Una delle migliori timeline della storia dell’interfaccia utente, è reperibile (ovviamente) sul sito della Carnegie Mellon (http://www.cs.cmu.edu/~amulet/papers/uihistory.tr.html) di Brad Myers, alla quale abbiamo attinto (anche e soprattutto) per la bibliografia estesissima.

Invito a sfogliare questa presentazione, molto ben fatta, sulla storia dell’interazione: http://www.slideshare.net/erik.duval/history-of-humancomputer-interaction.

Share

2 pensieri riguardo “Podcast 4×01: Interazione uomo-macchina

  • 08/12/2016 in 10:15
    Permalink

    Bellissimo episodio sui un argomento affascinante, che spesso si dà per scontato ma che invece è una dei fondamentali su cui si basa l’informatica e il nostro uso degli strumenti elettronici.

    Cambiando argomento: vi piacerebbe dedicare una puntata, o almeno una parte, al Lemon II della Selcom di Ravenna?

    Risposta
    • 23/12/2016 in 14:25
      Permalink

      Certamente, Stefano!
      Ci sono numerosi computer italici che hanno avuto un ruolo interessante nella storia dell’informatica (almeno, per noi appassionati).
      Grazie e continua ad ascoltarci!

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *