ChesSkelet vs. Psion MasterChess: una partita a scacchi da 480 bytes

Una partitina a scacchi (tra due ZX Spectrum)?

Abbiamo parlato più volte del 1k Chess per ZX81, un capolavoro di chess game racchiuso in circa 800 bytes.
Questa volta tocca allo ZX Spectrum che, pur partendo da ben 16K (48K per i più buoni), grazie ad Alex Garcia si arricchisce di questo programma davvero ‘slim’: ChesSkelet.

Disponibile in tre versioni, minimal features+minimal appearance – full feature – full feature+full appearance, il programma non supera i 480 bytes (380 per la versione minima) e l’autore spiega in modo molto dettagliato il suo funzionamento.

La sfida
Complice il caldo ferragostano, ho voluto metterlo alla prova contro un avversario di tutto rispetto: Psion MasterChess.
Intendiamoci, il piccolo ChesSkelet non ha ovviamente pretese di competere contro un qualsiasi gioco degli scacchi – anche il meno bellicoso, tuttavia ero interessato a vedere il livello di ‘resistenza‘; va detto anche che non sono un esperto di scacchi, riporto solo quanto accaduto e, probabilmente, un bambino di 5 anni mi può battere serenamente mentre finisce la merenda.

Il campo di battaglia
Ho utilizzato un emulatore, Speccy per Windows, in due istanze differenti, uno per ChesSkelet (versione full/full) ed uno per MasterChess.
Ho riportato le mosse da uno all’altro emulatore (a manina), segnando (per controllo) anche su carta.
Ovviamente la battaglia tra due ZX Spectrum reali sarebbe ancora più divertente…

Note dolenti
ChesSkelet non è un software stabile (o non lo è sotto emulatore): ha crashato un numero di volte veramente notevole, costringendomi a ripartire da zero…
Inoltre, le due scacchiere sono decisamente incompatibili, per cui ho dovuto utilizzare una tecnologia sofisticata (un foglio di carta, scrittura a mano) per tradurre le posizioni sulle due scacchiere: di meglio non mi è venuto in mente…
Quelli bravi sono invitati a fare proposte migliori!

Quindi: giocate numerose partite, riportate numerose posizioni, terminata una sola partita (faceva caldo 🙂 ).

La battaglia
Beh, che dire: il piccoletto (ChesSkelet) ha resistito ben 28 mosse prima di capitolare (a livello zero) contro MasterChess.
Riporto qui sotto tutta la partita che, vi assicuro, non è stata una passeggiata, ma di sicuro può dare spunti per chi voglia studiare un software scacchistico all’essenziale.

1.h4d6
2.Cc3Cd7
3.Cf3f5
4.e3h5
5.Cd4Cc5
6.f4e5
7.fxe5c6
8.Df3Dc7
9.Cxf5a6
10.Ae2a5
11.Ae7 (arrocco)
12.Cxd6+Dxd6
13.Df7+Rd7
14.exd6Ce6
15.dxe7Cxe7
16.Ac4Rd6
17.Ce4+Rd7
18.Dxe6+Rc7
19.Dd6+Rb6
20.Dc5+Rc7
21.Dd6+Rb6
22.Dc5+Rc7
23.De5+Rb6
24.Dxe7Ta6
25.Dc5+Rc7
26.De5+Rd7
27.Tf7+Rd8
28.Dd4+ (scaccomatto)

Complimenti ad Alex Garcia!

Share

Un pensiero riguardo “ChesSkelet vs. Psion MasterChess: una partita a scacchi da 480 bytes

  • 23/08/2019 in 20:30
    Permalink

    Hi There,

    I’m Alex Garcia, Chesskelet author. I just read your article and I think it’s soooo great and I loved the game vs Psion Chess. As you mention my work is not intended to beat anyone. It did, though. You can find other games vs miniaturized games under
    http://chesskelet.x10host.com/dissection.html (very end of the page)

    The 352 bytes version is really tricky to play, as you have experienced, as it won´t check your moves. Also, it could make some mistakes when king is attacked, but it should not crash. If you have any sample of a crash I’d love to see it. If, by crash, you mean that a message like “C – Nonsense in BASIC” is displayed, that’s not really a crash. That’s just how the game ends, either winning or losing. There is no “I win”/”I lose” message.

    If you’d like to know more, let me know.

    Alex

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.