GWBasic: uno dei Basic più diffusi per MS-DOS (e disponibile in emulazione per tutti!)

Il primo Basic per PC-IBM, BASICA, sviluppato da Microsoft per IBM, fu presto soppiantato dal diffusissimo GW-Basic che, sviluppato dalla stessa Microsoft per Compaq, divenne, già dal 1983, una costante di tutte le versioni di MS-DOS.

gw-basic archeologia informatica

La vera importanza del GW-Basic è da correlare al valore che aveva, al tempo, un linguaggio di programmazione così diffuso e così versatile (oltre che così semplice).
Per molti utenti era l’unico vero ambiente operativo e la killer app dell’epoca; inoltre, era direttamente compatibile col Basic-80 (sempre di Microsoft) e con l’MBasic tipico dei sistemi basati su CP/M.
Era, insomma, il comune denominatore tra differenti sistemi e produttori e, pur con qualche ovvia distinzione, garantiva compatibilità dei listati e portabilità del codice permettendo di implementare software già sviluppato per precedenti sistemi fino all’allora nuovo MS-DOS – e stiamo parlando di una notevole quantità di software: dai giochi ai piccoli gestionali, così diffusi nei primi anni ’80.

archeologia informaticaVenivano aggiunti, rispetto alle versioni originarie del Basic, i comandi grafici per il supporto delle prime schede grafiche, in particolare lo standard CGA.
L’ideale complemento del GW-Basic era BASCOM, un prodotto professionale di Microsoft: il compilatore Basic che, a partire dai listati creati (e testati) in GW-Basic, permetteva di ottenere eseguibili (proprio i file .EXE).
I vantaggi evidenti erano due:
– velocità di esecuzione notevolmente migliorata,
– il codice compilato permetteva una più sicura distribuzione del codice (non sorgente).

gw-basic

Divenne lo standard di riferimento, in particolare per le versioni di MS-DOS 3.x; a partire da MS-DOS 5.0 venne sostituito da QBasic, una versione dotata di un editor decisamente più evoluto.

Per chiunque volesse provarlo senza dover installare DOSBox e/o una macchina virtuale, è disponibile http://pcbasic.sourceforge.net, per Windows/Mac OS X/Linux, che replica fedelmente l’ambiente di GW-Basic.
Vivamente consigliato!

E l’origine del nome? Diverse le leggende in merito…

Ci sono diverse teorie circa il significato delle iniziali “GW” presenti nel nome del software. La versione ufficiale indica in esse l’abbreviativo di “Graphics and Windows”, ad indicarne le potenzialità grafiche estese rispetto ai precedenti BASIC. Una versione non ufficiale, forse la più accreditata perché confermata dallo stesso interessato, riporta che GW altro non sarebbero che le iniziali di Greg Whitten, un dipendente Microsoft che fu assunto dalla società nel 1979 e che contribuì, fra gli altri progetti, allo sviluppo degli standard del linguaggio BASIC di Microsoft. Un altro significato di GW sarebbe, secondo Whitten, Gee Whiz (traduzione: “diamine”, “perbacco”) per il grande numero di istruzioni grafiche in 2D contenute nel linguaggio ma anche perché suonava bene per gli OEM del mercato giapponese. Lo stesso Whitten, però, non sa esattamente quale sia il significato di GW perché il nome GW-BASIC fu scelto da Bill Gates in persona: a parer suo, GW potrebbero anche essere le iniziali di Gates e Whitten.

Scaricate e programmate da qui: http://pcbasic.sourceforge.net
Maggiori informazioni su:
– la storia e alcuni dati tecnici: http://en.wikipedia.org/wiki/GW-BASIC,
– un’introduzione operativa: http://peyre.x10.mx/GWBASIC/index.htm
– l’utilissimo e completo manuale online http://hwiegman.home.xs4all.nl/gw-man/index.html
– le versioni originali: https://web.archive.org/web/20091027112638/http://geocities.com/KindlyRat/GWBASIC.html
– gli inevitabili giochi in Basic: http://www.moorecad.com/classicbasic/index.html
Per chi volesse arrivare ad usare anche il compilatore BASCOM, ecco una raccolta di abandonware che include BASCOM 1.0 e 2.0: http://deger.republika.pl/Download_MS_Basic_versions.htm

Share

8 pensieri riguardo “GWBasic: uno dei Basic più diffusi per MS-DOS (e disponibile in emulazione per tutti!)

  • Pingback: Come incorporare videogiochi vintage MS-DOS all’interno dei tweet | Archeologia Informatica

  • 18/12/2015 in 17:15
    Permalink

    Il programma GW-basic e compatibile con Windows 7 ???????????

    Rispondi
    • 12/06/2016 in 17:45
      Permalink

      Certamente, l’unico problema è che mentre con XP con i tasti alt+invio, l’editor si vede a tutto schermo, con il 7 questo non è possibile e te lo devi “sorbire” con la finestra piccolina. Pazienza!

      Rispondi
  • 19/10/2016 in 19:42
    Permalink

    Ho provato con dosbox su Windows 7 va a pieno schermo.

    Rispondi
  • 06/02/2017 in 20:29
    Permalink

    ho un programma realizzato con gwbasic, vorrei compilalro, ma non ho il compilatore.
    potreste indicarmene uno e..come utilizzarlo?

    Rispondi
  • 25/09/2019 in 15:36
    Permalink

    Buonasera, ho installato il programma GWBasic sul Desktop che ha W10 ma i comandi che digito non funzionano come mai ?
    Potete aiutarmi ?
    Grazie

    Rispondi
  • 01/02/2021 in 18:15
    Permalink

    Qualche omissione nelle precedenti notizie sul primissimo BASIC per PC IBM: i primissimi (i primi furono importati in Italia contro il volere di IBM) c’era in alternativa in IC ROM o Basic.com o Algol.com. Basic non gestiva Floppy (originariamente da meno di 320 KByte) , ma usava audio cassette con opportuna porta e l’istruzione MOTOR [ON/OFF]. c’era poi Basica, fornito direttamente col PC e il DOS (non ricordo se giò col DOS.1 o dal 2 che usava il ROM-Basic più le proprie Istruzioni per floppy e poco altro. Rispetto alle altre precedenti versioni BASIC di Microsoft fu l’utile istruzione LOCATE e in seguito(?) le istruzioni per grafia CGA
    Armando classe 1941

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com