1 Megabyte di RAM per ZX81? Nel 1983 era possibile!

È davvero possibile portare un home computer da 1 Kbyte di RAM a 1 Megabyte?
Ho trovato in rete una pubblicità del 1983 su una rivista americana (Timex Sinclair User, numero 7, 1983) che proponeva una soluzione modulare per Sinclair ZX81 e Timex Sinclair TS1000 (il cugino Yankee): BASICare, by Gladstone Electronics.

Gladstone 1 megabyte ZX81 AI

Ad essere proprio precisi vanno chiariti alcuni punti…
Il nome sembra essere quello di un prodotto per l’igiene dentale…
Il packaging complessivo non era esattamente ‘agile‘ e richiedeva un modulo, chiamato Persona, di interfacciamento tra i vari moduli.
Il massimo dell’espansione avveniva tramite 16 moduli da 64K impilati: non vi sono indicazioni su eventuali problemi di alimentazione di tutto il sistema che, probabilmente, non avrebbe potuto certo contare sul povero alimentatore di casa Timex/Sinclair.
Nella pubblicità, il cui testo è una perla di comunicazione primi anni ’80, si fa riferimento al fatto che, anche cambiando sistema (leggi: passando dallo ZX81 allo… Spectrum?) “probabilmente” la stessa Gladstone avrebbe fornito un modulo Persona di interfacciamento col nuovo sistema, mantenendo l’investimento nel Megabyte di RAM.

Già… un investimento… conti alla mano, si tratta di 16 moduli da 64Kbyte + il modulo Persona per un totale di $2.460!
Non pochi anche all’epoca (1983)… ma un notevole salto rispetto al top per ZX81 garantito dall’espansione Memotech da 64K, la più diffusa all’epoca.
Inoltre, dal punto di vista della programmazione, per note limitazioni di indirizzamento del processore Z80 deve essere stato particolarmente complesso switchare tutti quei banchi da 64K (uno per volta)…

Che fine ha fatto Gladstone Electronics di Buffalo, NY? L’unico riferimento che ho trovato in rete suggerisce che non sia più in circolazione.

In compenso, sono ancora disponibili alcuni suoi prodotti, in particolare le versioni USA di alcuni giochi e programmi per ZX81 (tra cui la versione a stelle e strisce di Mazogs).

Ulteriori ricerche hanno portato a trovare quella che, probabilmente, è la vera provenienza del prodotto: BasiCare Micro Systems (ovviamente in UK).
Una pagina pubblicitaria di Sinclair User Magazine (Novembre 1982) riporta gli stessi prodotti e prezzi analoghi (sebbene in Sterline).

All’interno di un numero dello stesso periodo di Personal Computer News (altra rivista in voga in UK all’epoca) si trova un articolo dedicato allo stesso prodotto con la denominazione “Organic Micro” (e viene definito “concept“).

Sarebbe interessante conoscerne l’effettivo impatto sul mercato, le esperienze d’uso dei (non moltissimi, probabilmete) acquirenti e se sia mai uscito qualcosa di analogo anche per ZX Spectrum…

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *