ZX Spectrum Vega: il ritorno della creatura di Sir Clive su IndieGogo [FAQ non ufficiale]

Sinclair ZX Spectrum Vega

Un progetto su IndieGogo sta facendo discutere tutto il mondo del retrocomputing: ZX Spectrum Vega, una nuova reincarnazione dello ZX Spectrum.

Si tratta di una versione davvero particolare del computer di Sir Clive che ha regnato in UK (e nel resto del mondo) a metà degli anni ’80 (combattendo con l’acerrimo nemico Commodore 64).

Tastiera ridotta ad un gamepad, case simile al primo modello e… udite 1.000 giochi pre-installati.

Si tratta di un’operazione non da poco, visto che può vantare il supporto di nomi come Sir Clive Sinclair (proprio lui…), Chris Smith (l’autore del mitico libro “The ZX Spectrum Ula: How to Design a Microcomputer“) e David Levy (campione mondiale di scacchi e… esperto in materia).
Chris Smith ha fondato una società che si chiama (in modo perlomeno poco originale) Retro Computers Ltd, e che sovrintende al progetto.

Questa una FAQ non ufficiale che raccoglie gli elementi emersi finora:

  • prezzo iniziale: 100 sterline, (indubbiamente destinati a scendere non appena la produzione dovesse iniziare)
  • uscita TV videocomposito,
  • tastierino stile gamepad (i tasti sono ridefinibili a seconda del gioco),
  • tastiera full layout on-screen,
  • supporta tutti i modelli di Spectrum: 48K, 128K, +2, +3A, +3,
  • supporta il chip audio AY,
  • più di 1.000 giochi inclusi (con licenza: i proventi andranno ad un’opera benefica per bambini),
  • dispone di uno slot SD per caricare il software dell’utente,
  • dispone del support ULAplus,
  • richiede un alimentatore micro-USB (in pratica quello degli smartphone),
  • comprende tre chip: un ASIC, la memoria e un controller ARM,
  • supporta i seguenti formati di file: TAP, SNA, Z80 (pare non ci sarà supporto per i file .TZX)

Chris Smith in persona racconta come sia nata l’iniziativa:

Poco si sa sulle possibilità di espansione: bus Z80, porte USB o PS/2 per una tastiera non virtuale…
Ci si augura che questo progetto così fortemente ‘game-oriented’ possa vedere la luce in modo simile al C64 DTV, progettato dalla splendida Jeri Ellsworth, che costituisce ad oggi uno degli oggetti più hackati e modificati di questo genere (proprio per la sua apertura architetturale).
Pare strano che lo ZX Spectrum si debba reincarnare solo come console per videogame (cosa che non era assolutamente nella vision di Sinclair, almeno all’inizio…).
E’ un progetto che non mancherà di suscitare reazioni quantomai contrastanti nel mondo degli appassionati ZX…
Stay tuned!

Maggiori informazioni su IndieGogo

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *