Maggio 1978: il primo caso e-mail spam (ed il primo successo di mail-marketing)!

Gary Thuerk Spam Archeologia InformaticaSon passati ben 36 anni dal primo caso documentato di spam tramite e-mail.

Il 3 Maggio del 1978, Gary Thuerk, che lavorava al marketing della Digital Equipment Corporation, inviò un messaggio a 393 destinatari su Arpanet.

Il messaggio promuoveva il nuovo (per allora) computer DECSYSTEM-20, un nuovo sistema VAX a 36-bit appena presentato, e Thuerk, intervistato recentemente, ricorda il risultato di quell’operazione.

DECSystem-20

Il successo.
Secondo Thuerk, l’operazione fu un grande successo: DEC riuscì a vendere circa 13 milioni di dollari di sistemi DEC, grazie a quella campagna di archeo-marketing.
In pratica il primo esempio di DEM della storia.

Il ritorno negativo.
Uno dei responsabili di Arpanet chiamò Thuerk al telefono e, letteramente, se lo mangiò vivo, strappandogli un giuramento di non commettere mai più la stessa cosa!
Uno dei feedback più incredibili, riguarda una risposta di un sistemista dell’Università dello Utah: scrisse che, in seguito allo spam (ed all’accumulo di varie copie della stessa mail), il suo sistema era diventato inutilizzabile in quanto il disco era pieno (!).

Lo spam oggi.
Una stima recente, attesta su un valore prossimo al 90%, la percentuale di e-mail spam in circolazione nel mondo.
Una pesante eredità, oggi che miliardi di persone sono interconnesse con ogni sorta di dispositivo mobile e non.

Thuerk oggi.
E’ considerato il papà dello spam, più che del mail-marketing; recentemente ha lavorato come Sales Manager per Hewlett Packard, ovviamente.
Alcuni articoli riportano che Gary, oggi, sia una persona difficile da reperire: non compare da nessuna parte il suo nome, il suo indirizzo ed il suo telefono; men che meno la sua e-mail.
Del resto… chi di spada ferisce…

Maggiori informazioni sul DECSYSTEM-20 sono reperibili qui e qui.

DECSYSTEM-20

DECSYSTEM-20 mainframe

Fonti: ComputerWorld, Computer History Museum, E-Security Planet.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *