11 Novembre 2013: si riunisce il Homebrew Computer Club (e ci sono Wozniak e tanti altri!)

Steve Wozniak image courtesy ZDNetE’ un evento solo apparentemente ‘nostalgico’: grazie ad una campagna di raccolta fondi su Kickstarter, si riunirà questa sera, a Mountain View, presso il Computer History Museum, una buona parte del celeberrimo Homebrew Computer Club, uno dei punti di partenza di tutta l’informatica di metà degli anni ’70, di Apple e di molto altro…

Ben lungi dall’essere un ritrovo di vecchietti, l’evento/reunion si ripropone di ripercorrere le tappe della nascita della Silicon Valley e di tutti i personaggi che hanno contribuito a costruire l’attuale industria informatica.

L’HCC fu attivo da marzo 1975 al 1986 ed è stato uno dei più noti club di appassionati di computer ed elettronica di sempre.

Fu anche il centro di un primo caso legale riguardante il software che fu pubblicato sulla newsletter del club: la pubblicazione della lettera aperta agli hobbisti scritta da Bill Gates (la famosa “Open Letter to Hobbyists”) in cui li accusava di pirateria informatica per via della storia relativa al trafugamento di una copia dell’Altair BASIC, avvenuta durante una delle presentazioni dei prodotti MITS tenutesi nel mese di giugno del 1975, per mano di Dan Sokol, un membro dell’Homebrew Computer Club. [Fonte: Wikipedia]

Tra gli ospiti:
Steve “Woz” Wozniak, co-fondatore di Apple (ha forse bisogno di presentazioni?)
Ted Nelson, il padre dell’Ipertesto,
Gordon French, co-fondatore dell’HCC,
Lee Felsenstein, creatore e progettista di alcuni dei primissimi personal computer tra cui il SOL-20.

first homebrew computer club newsletter
Questa la prima Homebrew Computer Club newsletter, 1975 (Fonte: Computer History Museum)

Wozniak dichiara, riguardo al Homebrew Computer Club:

“It was the most important thing in my life, and every two weeks I lived for it,” Wozniak told CNET in 2005, speaking of the Homebrew Computer Club. “I was too shy to even speak at all. The only two times I ever spoke were to introduce the Apple I and the Apple II.”

Grazie alla campagna su Kickstarter, l’evento avrà piena copertura fotografica (e forse anche video).
(Da notare che Facebook è tra gli sponsors 😉 )

Fonti:

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *